martedì 9 settembre 2014

Cena Sorelli parte 1: Sformatini di verdure e fiori croccanti



Eccomi, tornata fresca fresca dalle vacanze estive...si ricomincia, o almeno ci si prova, con il blog. Sono incostante, bugiarda e poco impegnata nella cura di questa pagina alla quale però voglio tanto tanto bene. Purtroppo gli impegni non mi permettono di dedicarle tutto il tempo che vorrei.
L'ultima ricetta pubblicata risale a marzo, che vergogna. 
Anno nuovo vita nuova? 
Sì lo so che non è gennaio ma psicologicamente, per me, settembre è da sempre un nuovo inizio . Finita l'estate, si ricomincia con mille speranze ma sopratutto mille buoni propositi che fortunatamente si ha subito l'occasione di rivedere a gennaio.

Detto questo, vi presento alcuni esperimenti culinari fatti da me, mio fratello e l'altra sua sorella (lo so che suona strano ma è esattamente così che stanno le cose). 
Sabato sera ci siamo ritrovati per cucinare, mangiare e bere (interessi che geneticamente abbiamo in comune) e questo è quello che ne è venuto fuori. 
Il menù:
Antipasto.
Sformatini porri e melanzane affogati nel camembert 
Crocchette di fiori di zucca superpieni di porcini e bufala
Primo.
Ravioli di gamberi e porcini in salsa di burro e noce moscata
Secondo.
Petto d'anatra al pepe rosa

In questo primo post vi lascerò le ricettine degli antipasti

    

  

Degli gli sformatini
Allora, gli sformatini si possono fare con una grandissima varietà di verdure, principalmente si tratta sempre di cuocere quest'ultime ed impastarle con besciamella, parmigiano e circa un uovo a persona. Si mette poi il composto in forno a 200 gradi e si aspetta che faccia la crosticina marrone in cima (volendo la prova dello stecchino funziona benissimo). A quel punto si rovescia lo sformato in un piattino e lo si annaffia di formaggio fuso. Per il formaggio la scelta è ampia, si può utilizzare del taleggio o del gorgonzola (sciolti con un pochino di latte) o della semplice besciamella (scelta che sconsiglio).
Fine.
Niente di più semplice.


Delle crocchette
Per le nostre crocchette abbiamo utilizzato, fiori di zucca, funghi porcini saltati in padella con un pochino di aglio e olio evo, della mozzarella di bufala, farina, uovo sbattuto e pangrattato.
Una volta riempiti i fiori di zucca con i funghi e la mozzarella, li abbiamo passati in quest'ordine in: farina, uovo, pangrattato. Infornati (se volete potete anche friggerli) e mangiati.
Vi aspetto nel prossimo post con le altre ricette :)

domenica 2 marzo 2014

Panzerottini banana e cioccolato di carnevale


Tempo di carnevale, tempo di robine dolci fritte. Questa ricetta è tratta interamente dal numero di marzo di Sale & Pepe che ogni mese propone belllissime (e buonissime) ricette dolci e salate. Come sapete non sono molto brava con i dolci, infatti ne faccio pochissimi ma qui si tratta di roba fritta e la roba fritta mi riesce benissimo!!
Certo, questi panzerotti non sono propriamente dietetici e salutari ma una volta ogni tanto qualche sgarro alle regole ci vuole e a carnevale tutto è permesso perciò...
Possono essere fatti tali e quali a come la rivista ce li propone ma secondo me possono anche esser presi come spunto per numerose variazioni. Si possono fare infatti col cioccolato bianco anzichè nero o più semplicemente ripieni solo di frutta.
La ricetta richiede un po' di tempo in quanto l'impasto deve lievitare un bel po' ma il processo di realizzazione è secondo me molto semplice.

Ingredienti per circa 6 panzerotti: 2 cups di farina manitova (circa 250g), 1/2 cup di zucchero semolato (40 g), 1 uovo, 10g di lievito di birra, 100ml di latte, 1 limone non trattato, 1 banana tagliata a mezze rondelline, 40 g di cioccolato fondente, olio di arachidi, cacao in polvere, zucchero a velo.

Si fa sciogliere il lievito nel latte appena riscaldato con un cucchiaino di zucchero, si trasferisce il tutto in una ciotolina e vi si versa circa 50 g di farina, si mescola e si lascia riposare, coprendolo per 30 minuti.

Aquesto punto si setaccia a fontana la farina rimanente, vi si incorpora il composto lievitato, l'uovo, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, un cucchiaio di olio e s'impasta per circa 10 minuti fino a che non avremo ottenuto un panetto della consistenza di un impasto per il pane. Si lascia lievitare, coprendolo per circa 2 ore.

Passato questo tempo si forma, senza lavorarlo ulteriormente, un cilindro del diametro di circa 8 cm con l'impasto e lo si taglia a fette dello spessore di circa 4 cm. Si formano quindi dei dischetti che andranno ripiegati in due dopo esser stati riempiti con una mezza rondella di banana ed un pezzettino di cioccolato.

Si friggono i panzerotti in abbondante olio di semi di arachide e si cospargono di zucchero a velo e cacao in polvere.


mercoledì 26 febbraio 2014

Ciambelle !!


Inverno (ancora per poco), pioggia, freddo e noia partoriscono di questo e altro!! Sono belle, supermegaiper caloriche, morbide e calde... Le avevo già fatte in passato, le ripropongo con qualche piccola variazione agli ingredienti e con foto nuove nuove!!

Ingredienti per 20 ciambelle: 500g di farina (io ho usato la manitova), 2 uova, 90g di zucchero, 60g di burro, un po' di scorza o di limone o di arancia, 8g di sale, 100ml di acqua, 100ml di latte, 25g di lievito di birra che scioglierete in acqua e latte tiepidi, 1 bustina di vanillina. Altro zucchero servirà poi per guarnire.


Allora, questa ricetta è facilissimissima, ci vuole solo un po' di pazienza (e tempo) perchè le ciambelline devono lievitare molto.

Mescolare tutti gli ingredienti fino a formare una pallina d'impasto della consistenza dell'impasto del pane. Lavorarla con le mani per circa 15 minuti.

Stendere l'mpasto fino ad arrivare ad uno spessore di circa 1 cm e lasciar lievitare per un ora.

Con due coppa pasta tagliare le ciambelle della misura che più si desidera, i "buchi" potete o reimpastarli o fare come ho fatto io e usarli per fare dei piccoli bomboloncini che potete farcire con marmellata, crema o cioccolata :)!!




A quel punto coprire con un canovaccio e far riposare per un'altra ora. 
Quando saranno lievitate per bene, riscaldare l'olio di semi di arachidi e friggere fino a doratura.





Quando sono ancora calde cospargere di zucchero. Pronteeeee!!!!!





mercoledì 12 febbraio 2014

Rotolo svuota-frigo




Finalmente una bella giornata di sole a Firenze. Volete sapere cos'ho fatto in questa bella giornata serena e piacevolmente quasi primaverile? NULLA, mi sono svegliata alle 11, mi son guardata un film (La grande bellezza, che tra l'altro consiglio), mi son rigirata nel letto e ho fatto questo rotolo. Non ho messo il naso fuori da casa.

Ho avuto in prestito da mio fratello una reflex che ovviamente (e come potete notare dalle foto imperfette) non so usare come vorrei. Quindi oggi, ho praticamente passato il pomeriggio a fotografare milioni di volte il suddetto rotolo di pollo. 


Dovevo fare per forza qualcosa con la pasta sfoglia che mi stava per andare a male ma non avevo voglia dell'ennesima torta salata con peperoni/cipolle/funghi/etc etc. C'ho provato ed è venuto buono, non bellissimo, ma buono. Questo rotolo potete farlo con tantissime cose, è sicuramente un'ottima soluzione svuotafrigo ed anti-spreco; la cosa migliore, secondo me è tenere sempre della pasta sfoglia congelata a disposizione per qualsiasi evenienza. Io ho usato il pollo lesso ma si possono utilizzare altri tipi di carne cotta avanzata, così come si possono utilizzare più o meno quasi tutte le verdure.

E' un ottimo piatto unico ma si presta molto bene anche ad essere utilizzato come antipasto/aperitivo.

Gli ingredienti sono: un rotolo di pasta di sfoglia già pronta, 2 carciofi, pollo lesso tritato (io avevo 5 fette di petto), 2 uova, olio evo per la cottura dei carciofi, formaggio (io ho usato l'emmental ma va bene anche il parmigiano).
Si cuociono i carciofi (puliti e tagliati a pezzettini) in olio evo aggiungendo un pochina d'acqua.
In una ciotola si mischiano i carchiofi, il pollo tritato, le due uova e un pochino di emmental anch'esso tritato)
Si stende la pasta, e vi si mette il composto, arrotolando poi il tutto e sigillando bene le due estremità aperte. In forno a 180 gradi per una quarantina di minuti o comunque finchè la pasta non sarà dorata e ciao. Fine.


sabato 8 febbraio 2014

Whoopie!



So, It's Valentine's time. Cosa c'è di meglio di una festa dove (strano) poter mangiare dolci e schifezzine varie senza sensi di colpa?? Se avete un/a fidanzato/a questi dolcetti sono, secondo me, un'ottima e facilissima idea da condividere con le vostre amorosità; se invece siete soli bè, ce ne saranno di più per voi!

Ingredienti per l'impasto: 250g di farina 00, 125g di burro, 200g di zucchero (potete usare anche quello di canna), un uovo, 2 bustine di vanillina, 25g di cacao amaro, un cucchiaino di lievito per dolci, 250ml di latte.
Ingredienti per la crema: 240g di formaggio spalmabile (tipo philadelphia o fiorello), 2 cucchiai di zuccero a velo, 25g di burro, una bustina di vanillina.

Accendere il forno a 180°. Setacciare le polveri e mescolarle cacao, farina, lievito, vanillina e a parte mescolare fino a che non si ottiene una crema morbida il burro, l'uovo e lo zucchero. Unire i due composti alternando di tanto in anto con il latte e mescolando bene.
Formare quindi sulla carta da forno delle palline con l'impasto aiutandosi con un cucchiaio (mantenetele ben distanziate tra di loro), infornare quindi per 10/15 minuti.

Nel frattempo preparate la crema mescolando il formaggio con gli altri ingredienti e facendolo riposare qualche minuto in frigorifero.

Farcire quindi gli whoopies e regalarli a qualcuno o mangiarseli tutti davanti alla tv accompagnandoli con litri di latte e cognac :)



martedì 4 febbraio 2014

Muffin salati, Carciofi e Brie



Dopo tanto tanto tempo rieccomi sul mio vecchio e caro blog. Spero mi vorrete perdonare per la prolungata assenza ma purtroppo causa lavoro, cambio di casa, big depression of my soul non ho avuto la voglia di pubblicare nuove ricette. 
 Dopo la lunga e prolungata solitudine marittima, son tornata finalmente a Firenze dove intendo restare il più possibile (adoro adoro adoro), nonostante a breve sia nuovamente in cerca di lavoro (in questo paese si campa con le maternità degli altri), non mi voglio perdere d'animo e anzi spero di riuscire a sfruttare il tempo libero che rimane tra un colloquio e l'altro per dedicarmi un po' al gatto briao. Mi piacerebbe cambiarne un po' la grafica, l'impostazione e così via.. sto anche valutando l'ipotesi di passare a word press a causa di alcuni problemi che questa piattaforma mi sta dando...
Comunque ripartiamo con qualcosa di semplice, easy, soft, nostress, minima spesa massima resa. I Muffin. 
Allora io non sono una grande amante dei muffin. Mi piacciono quelli ai mirtilli, alla cioccolata, alle noci, alle pere etc etc ma appartenendo all categoria dei dolci a me non vengono mai bene. Sono totalmente disadatta a fare i dolci; anche il dolce più sgrauso e facile del mondo se lo faccio io viene male, garantito. Nel blog qualche ricetta dolce c'è, è vero ma sono rarissime le torte che mi vengono bene. Oggi io volevo fare i muffin, volevo fare i muffin e volevo fare merenda. Questa è una delle tante versioni che si possono inventare dei muffin salati. Muffin che riescono anche a me, Muffin che vanno bene per merenda, come antipasto, come aperitivo e perchè no anche per colazione.
Gli ingredienti sono semplici e si dividono in due gruppi: quelli fissi e quelli inventati sul momento.

Quelli fissi per 4 muffin circa: (Ve lo dico subito, abito con una ragazza americana, in casa non c'è la bilancia, qui usiamo i famosi "Cup", potete trovare la tabella di conversione dei Cup ovunque su internet, bona) 1/2 cup di farina, 1/2 cup di latte, 1/4 circa di bustina di lievito per salati, un cucchiaino di sale, 1 uovo, un cucchiaio di olio evo.

Quelli inventati sul momento: 2 carciofi (solo i cuori), dadini di Brie (io ne avrò messi una decina grossi più o meno 1 cm)

Sì lo so lo so, non sono una persona seria; questo non è il modo di scrivere una ricetta, ma vi giuro che questi muffin vanno inventati sul momento. Potete farli come volete; l'importante, è che abbiate in casa gli ingredienti "fissi", poi qualcosa da metterci dentro lo trovate sicuramente.

Procedimento: mescolare le polveri in una terrina (farina setacciata, sale, lievito) e A PARTE mescolare insieme i liquidi (latte, uovo, olio). Unire i due composti e mescolare finchè non si sarà formata una cremina abbastanza liquida. 
Aggiungere quindi gli ingredienti x al composto (le verdure vanno prima cotte in un pochino d'olio o lessate, io i carciofi li ho tagliati e li ho fatti saltare in una padella antiaderente). Riempire degli stampini da muffin un po' più della metà e infornare a 180 gradi per circa 20 /25 minuti.

TADAAAAAN ecco a voi il vostro antipasto/merenda/cena/colazione