giovedì 28 febbraio 2013

Ravioli al vapore




Come scritto nella ricetta del pollo alle mandorle, stamani, arrivata al supermercato, mi sono fatta prendere dalla voglia e ho deciso di fare anche i ravioli al vapore, altro piatto orientale che adoro e che non avevo mai provato a fare.. Credevo fossero più complicati da fare, invece superata la difficoltà dei primi due ravioli il resto vien quasi da sé :).






Ingredienti per 10 ravioli: 30g di gamberetti, 70g di magro di maiale, mezza carota, mezza cipolla, uno spicchio di aglio, Salsa di soia, mezzo cucchiaino di zenzero grattugiato, 125g di farina, acqua, sale.


Per la pasta: impastare la farina con l'acqua ed un pizzico di sale e lavorare a mano fino a formare una pallina abbastanza morbida che andrà incartata nella pellicola e messa a riposare per un'oretta.

Per il ripieno: Tritare il cavolo verza (si dovrebbe usare il cavolo cinese mai io non l'ho trovato) e farlo cuocere per 15 minuti circa in un pochino di olio.
Tritare quindi i gamberetti, il maiale, la carota, l'aglio e la cipolla e mettere tutto in una terrina. Unire la verza, un pizzico di sale, due cucchiai di salsa di soia e lo zenzero grattugiato.Mescolare bene e far riposare in frigo per una mezz'ora.




Stendere la pasta finemente e con l'aiuto di un bicchiere tagliare dei cerchi. Passare nuovamente il mattarello sui cerchi per appiattirli ulteriormente.



Con un cucchiaio mettere l'impasto del ripieno sui cerchi. Piegare a metà i dischi e dopo aver inumidito i bordi con dell'acqua chiuderli a metà, premendo bene per evitare che si riaprano.




A questo punto c'è bisogno di un bollitore. Mettere quindi in una pentola circa 5 cm di acqua e posizionarvi il bollitore sopra. Mettere sul fondo di questo delle foglie di verza ed adagiarvi sopra i ravioli stando bene attenti che non si tocchino gli uni con gli altri. Coprire e far cuocere a vapore per circa 15 minuti o comunque fino a che la pasta non diventerà leggermente trasparente.


Servire bagnandoli con la salsa di soia.




Con questa ricetta partecipo al contest:


Pollo alle mandorle

Sono una profonda amante della cucina cinese, se potessi ne mangerei ogni giorno. Stamattina ho notato delle mandorle in casa e mi sono detta: perchè no? Sono andata allora al supermercato a comprare il petto di pollo e chiaramente girando per gli scaffali, ho deciso di    comprare  anche gli ingredienti per fare i ravioli al vapore (a fare la spesa ci si dovrebbe andare subito dopo pranzo, a pancia piena e senza voglie per la testa).
Questa comunque è una delle ricette più semplici che ho trovato, la consiglio a tutti, è facilissima e il risultato è proprio come quello dei ristoranti.


Ingredienti per 2 persone: 300g di petto di pollo tagliato a dadini, salsa di soia (q.b.), una manciata di farina, sale, mezza cipolla, mezzo cucchiaino di zenzero grattugiato, olio di semi.



Fare appassire la cipolla insieme allo zenzero in due cucchiai di olio di semi a fuoco lento.
Tostare le mandorle,in forno o in padella antiaderente insieme ad un cucchiaio di olio di semi.



Mentre la cipolla appassisce, infarinare i pezzettini di pollo.

Farli cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti insieme alla cipolla. Quando manca circa 5 minuti a fine cottura aggiungere 4 cucchiai di salsa di soia e una tazzina di acqua possibilmente calda.









venerdì 22 febbraio 2013

Ciambellineeee!!




Ingredienti per 20 ciambelle: 500g di farina, 2 uova, 90g di zucchero, 60g di burro, un po' di scorza o di limone o di arancia, 8g di sale, 100ml di acqua, 100ml di latte, 25g di lievito di birra che scioglierete in acqua e latte tiepidi, 1 bustina di vanillina. Altro zucchero servirà poi per guarnire.


Allora, questa ricetta è facilissimissima, ci vuole solo un po' di pazienza (e tempo) perchè le ciambelline devono lievitare molto.

Mescolare tutti gli ingredienti fino a formare una pallina d'impasto della consistenza dell'impasto del pane. Lavorarla con le mani per circa 15 minuti.

Stendere l'mpasto fino ad arrivare ad uno spessore di circa 1 cm e lasciar lievitare per un ora.

Con due coppa pasta tagliare le ciambelle della misura che più si desidera, i "buchi" potete o reimpastarli o fare come ho fatto io e usarli per fare dei piccoli bomboloncini che potete farcire con marmellata, crema o cioccolata :)!!




A quel punto coprire con un canovaccio e far riposare per un'altra ora. 
Quando saranno lievitate per bene, riscaldare l'olio di semi di arachidi e friggere fino a doratura.





Quando sono ancora calde cospargere di zucchero. Pronteeeee!!!!!




giovedì 7 febbraio 2013

Sir Lampredotto



Era tanto che lo volevo fare...chi mi segue sa quanto io ami le frattaglie. Questo piatto è tipicamente fiorentino; solitamente non viene preparato a casa ma comprato e mangiato lungo le stradine del centro dai cosìdetti "trippai". In realtà farlo è molto semplice, anche se necessita di moooolto tempo per la cottura. Non mi dilungo molto nella descrizione della tipologia di carne perchè vi passerebbe la voglia di mangiarlo... vi basti sapere che si tratta di manzo e che quando lo comprate lo trovate già bello pulito e già appositamente lessato.


Ingredienti per due persone che mangiano tanto: una confezione di lampredotto precotto, 2 cipolle, 2 carote, coste di sedano (quante ne volete), pomodori (meglio tanti che pochi), qualche fogliolina di alloro, Taaaaanto prezzemolo (sì ok, dovevo pesarlo ma questa ricetta va molto ad occhio quindi le dosi dovete gestirle in base ai vostri gusti), 4 acciughe, 2 cucchiaini di capperi, olio extravergine d'oliva, 1 mollica di pane, un pochino di aceto, salsa piccante (solitamente viene usata quella fatta col peperoncino messo a riposare nell'olio), 2 panini: rigorosamente rosette.



Lavare bene il lampredotto (è già pulito e lessato ma non si sa mai), metterlo in una pentola capiente insieme ad 1 carota, 1 cipolla, la metà dei pomodori e la metà dei sedani; riempire d'acqua e portare a bollore. Quando inizia a bollire far cuocere per 15/20 minuti.




A quel punto buttar via tutta l'acqua e le verdure usate fin'ora, lavare nuovamente il lampredotto e ripetere tutto, ovvero riposizionare il lampre all'interno della pentola insieme alla verdura che non avete usato prima quindi: pomodori, carote, cipolle, sedani, alloro e salare bene. Far cuocere per circa 2 ore e mezzo ma anche 3.


La salsa verde: tritare il prezzemolo insieme alle acciughe i capperi e la mollica di pane (che avete prima bagnato in aceto e strizzato bene). Mettere il trito in una ciotolina e affogare con l'olio extra vergine.
Chiariamo subito che non esiste una ricetta universale per la salsa verde, qualcuno ci mette l'aglio, altri ci mettono l'uovo sodo..insomma ognuno la fa come meglio crede, secondo me per mangiarla con il lampredotto questa è la versione migliore.






Quando il lampre è pronto posizionate la pentola direttamente in tavola. Imbevete i panini aperti nel brodo della carne e riempitili col lampredotto tagliato a quadratini sul momento, cospargete di salsa verde, un pochino di piccante, sale e pepe. BUON APPETITO!!