giovedì 3 gennaio 2013

La ribollita (circa)


                                    

Se vi piace più la ribollita della minestra di pane (che non è altro che una riproposta della minestra saltata in olio il giorno dopo) questa è una semplice rivisitazione della suddetta. La differenza sostanzialmente sta solo nella cottura del pane, nella minestra viene messo a strati nei piatti e fatto riposare, mentre in questa versione, lo si fa cuocere insieme alla broda. Esistono molte variazioni di questo piatto della tradizione culinaria toscana, solitamente ogni nonna ha la sua ricetta personale da seguire. Questa, è la versione di mia mamma.

 Ingredienti x 6 persone: 500g di cavolo nero, 1 cavolo verza, 3 carote, 1 cipolla, 2 costole di sedano, 1 kg di fagioli cannellini già cotti, 250g di pane toscano senza sale raffermo e cotto a legna, un barattolo da 400g di passata di pomodoro, olio extravergine d'oliva, sale, pepe.



Procedimento: tagliare le carote pelate, le costole dei sedani e le cipolle a pezzettini e fare un soffritto con abbondante olio. 



Quando tutte le verdure sono appassite versare la passata di pomodoro e far cuocere per 5 minuti. 

Dopo, mettere il cavolo nero nella pentola ed attendere che si sgonfi cuocendo, aggiungere quindi il cavolo verza e ripetere l'attesa. 


cavolo nero
cavolo verza










Nel frattempo, frullare i fagioli cannellini e metterli in pentola insieme alla loro acqua aggiungendone altrettanta perchè si crei una consistenza molto liquida che immerga bene tutti gli ingredienti. Salare e pepare. Lasciar cuocere fino a che il cavolo non sarà cotto bene, ci vorrà un ora e mezzo abbondante.



Tagliare il pane a fettine molto sottili e farlo cuocere nella broda per 10/15 minuti. 
Spegnere e far riposare. Se si serve il giorno dopo far rosolare per 10 minuti circa in olio extravergine d'oliva.


Nessun commento:

Posta un commento